click to enable zoom
loading...
Non abbiamo trovato alcun risultato
Apri la mappa
Vista Roadmap Satellite Hybrid Terrain La mia posizione Schermo interno Prev Next
Your search results

Intervista a Giuseppe Grasso. La casa dei sogni esiste per tutti

Posted by admin on 24 Marzo 2021
0

La casa non deve essere un posto dove andare a dormire, ma un posto dove vivere». A dirlo è Giuseppe Grasso, fondatore del gruppo Grasso, agenzia immobiliare specializzata nella vendita di immobili di lusso, in edifici di pregio posti soprattutto in zone belle, esclusive ed importanti della città. Un mercato che negli anni è diventato sempre più “fantasticabile” e avvicinabile grazie alla diminuzione dei prezzi e ai tassi di interesse più bassi per i mutui destinati all’acquisto di una casa. 

Si è fermato il mercato immobiliare in questi mesi?  

«Assolutamente no. Nel mese di maggio, post lockdown, il settore in cui siamo presenti, e cioè quello degli immobili di lusso, ha registrato un netto incremento della domanda rispetto allo stesso periodo del 2019. Ovviamente questa seconda ondata di ripresa del virus proprio non ci voleva perché determina incertezza e instabilità e quindi indecisione in chi deve fare delle scelte di acquisto. Ma a parte questo, proprio il nostro segmento, quello del lusso, sta dando soddisfazioni. Oggi le case devono prevedere spazi più ampi che possano essere adibiti allo smartworking dove i componenti della famiglia possano svolgere le proprie attività in autonomia. C’è anche la disponibilità dei risparmi che ben si lega alla nostra cultura dell’appartamento di proprietà, noi italiani abbiamo bisogno di possedere una casa. È un’idea che viene trasmessa fin dall’infanzia, a differenza degli anglosassoni e delle altre nazioni, ed è un desiderio trasversale indipendentemente dalle possibilità economiche. Inoltre oggi l’indebitamento per l’acquisto non è più quello di alcuni anni fa: i tassi di interesse dei mutui sono bassi e dunque questo permette di alzare un po’ l’asticella delle pretese e di prendere in considerazione un immobile più importante, più bello».  

È cambiato il modo in cui si vende una casa? 

«Beh, adesso si fanno meno appuntamenti perché quasi tutto il settore ha adottato i cosiddetti virtual tour. Quello che invece è veramente cambiato è la capacità di seguire il cliente in tutte le fasi; oggi non c’è spazio per il pressappochismo e la superficialità. Oggi l’intermediario deve essere un professionista che trasferisce tranquillità».  

In tutti questi anni di attività (il gruppo Grasso è presente a Roma e a Milano da 30 anni) c’è una compravendita che le è rimasta particolarmente impressa? 

«Si, una. La definirei fantastica. Ricevo l’incarico di seguire la vendita di un immobile a Parioli, un bellissimo appartamento di 350 metri. Il giorno stesso in cui sono andato a fare un sopralluogo, il proprietario dell’attico, che stava al piano superiore, mi offre un caffè e acquista subito l’appartamento. In tutto il mio incarico è durato appena sei ore. Poi siamo andati insieme a Milano per concludere direttamente l’atto, in quanto il mio cliente era appunto a Milano e non aveva modo di fare il preliminare d’acquisto. È stata la compravendita più veloce della mia vita, non la dimenticherò mai».  

Esiste una stanza in grado di determinare la scelta di acquisto di un appartamento?  

«Sicuramente esiste ed è il salone, non c’è alcun dubbio. È quello che definisco “l’agorà” dell’appartamento».  

Che consiglio darebbe a chi è in procinto di acquistare un immobile?  

«Di non accontentarsi. La vita è un sogno, si può fantasticare e si possono realizzare i propri desideri. “Oggi si deve!”. E noi come gruppo Grasso puntiamo a realizzare i sogni di tutti i nostri clienti. La casa non deve essere un luogo dove limitarsi a dormire, ma un luogo dove vivere. Lo è sempre stato, ma adesso lo è ancora di più». 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Confronta Immobili